Locandina ScrittuRa Festival 2024

Rassegna letteraria

ScrittuRa è un festival di letteratura nato nel 2014, che si svolge tra Ravenna e Lugo. Durante il festival vengono promossi incontri, presentazioni, dialoghi, letture ad alta voce, mostre, spettacoli teatrali, iniziative rivolte ai bambini, seminari sulle nuove pratiche di scrittura.

L’edizione di quest’anno si aprirà in Classense mercoledì 15 maggio con la Festa dei lettori organizzato dai bibliotecari e dalle bibliotecarie. Dalle 17.30 vi aspettiamo per trascorrere insieme il pomeriggio all’insegna del gioco e della letteratura. Ecco una lista dei giochi previsti:

  • Speed date letterario: Un libro in tre minuti a tu per tu
  • Scambio di copie: Porta il tuo libro preferito e conosci la tua anima gemella letteraria
    N.B. Nessun libro andrà perduto!
  • Indovina libro: Indovina il titolo ascoltando l’incipit

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti
Info: 0544.482112segreteriaclas@comune.ra.it

Di seguito il programma degli appuntamenti che si terranno in Classense:

Mercoledì 15 maggio
Biblioteca Classense – ore 17.30
Festa dei lettori ore 17.30 Speed Date Letterario
Un libro in 3 minuti a tu per tu
ore 18.30 Scambio di copie
Porta il tuo libro preferito e conosci la tua anima gemella letteraria

Giovedì 16 maggio
Biblioteca Classense – ore 17
Veronica Truttero “I racconti di Ombraverde” (Terre di mezzo)
Ai margini della città si trova una piccola valle più viva che mai. È ombraverde, casa di tanti animali.
Dialoga con Nicoletta Bacco

ore 18.30
Eraldo Baldini “Le lunghe ombre fredde” (Rizzoli)
A cinque anni dal suo ultimo romanzo torna Eraldo Baldini indagando la necessità di confrontarsi con i fantasmi del passato e col riflesso delle ombre che si nascondono dietro chi si ama.
Dialoga con Silvia Masi

ore 21
Matteo Nucci “Il grido di Pan” (Einaudi)
Cosa siamo noi se non animali mortali? Esseri che nascono e muoiono, immersi in un ciclo della vita? Le risposte si trovano nella antica sapienza greca.
Dialoga con Matteo Cavezzali

Venerdì 17 maggio
Biblioteca Classense – ore 17
Gianumberto Accinelli “Verde come l’Italia” (Piemme)
Il nostro meraviglioso paese e le sue trasformazioni visti con gli occhi di un esperto della natura tra lupi, formiche e gabbiani.
Dialoga con Nicoletta Bacco

ore 18.30
Vera Gheno “Grammamanti – Immaginare futuri con le parole” (Einaudi)
Chi può definirsi grammamante? Chi ama la lingua in modo non violento, la studia e così comprende di doverla lasciare libera di mutare.
Dialoga con Matteo Cavezzali

ore 21
Jennifer Guerra “Il femminismo non è un brand” (Einaudi)
Negli ultimi dieci anni il femminismo è tornato a essere un fenomeno di massa. Spesso però sotto questo colore si nascondono operazioni opache.
Dialoga con Silvia Travaglini

Sabato 18 maggio
Biblioteca Classense – ore 17
Linda Traversi “Il riparatore di sogni” (Einaudi ragazzi)
Fidarsi degli altri non è facile, se senti che ti manca qualcosa. Rischia di mandarti in mille pezzi, come un sogno infranto. Ma c’è chi quei sogni li può riparare.
Dialoga con Nicoletta Bacco

ore 18.30
Luca Bottura “Meno male che Silvio c’era” (La Nave di Teseo)
La storia dell’uomo che più ha portato l’Italia nel mondo dopo Leonardo da Vinci e Al Capone, con una delle voci più taglienti della satira nostrana.
Dialoga con Matteo Cavezzali

ore 21
Ilaria Gaspari “La reputazione” (Guanda)
«La calunnia non conosce innocenti, lo sapete? La gente ascolta e giudica, e anche se decide di non credere, ugualmente si lascia convincere senza darlo a vedere».
Dialoga con Gianni Gozzoli

Domenica 19 maggio
Biblioteca Classense – ore 10.30
Alessia Canducci “Letture a zig zag” Dai 2 anni per famiglie, bambine e bambini

ore 11
Giorgio Zanchini “La cultura nei media. Dalla carta stampata alla frammentazione digitale” (Carocci)
Autore storico di Radio Rai e conduttore di Quante Storie esamina la comunicazione culturale dopo la fine della carta stampata, nel mondo degli influencer.
Dialoga con Matteo Cavezzali

Direzione artistica: Matteo Cavezzali

Programma completo su www.scritturafestival.com