L'illustrazione italiana 30 giugno 1878 Le feste per Farini 1

L’ingegnere capo del Comune di Ravenna fra le bonifiche del territorio e i lavori alla tomba di Dante

Quante Storie nella Storia

L’esposizione è dedicata alla vita e all’opera dell’ingegnere capo del Comune di Ravenna che ebbe parte importantissima nei lavori per la città di Ravenna e il territorio ravennate nella seconda metà del XX secolo.

INTRODUZIONE ALLA MOSTRA

Questa mostra si propone di illustrare una piccola parte dell’enorme opera svolta da Romolo Conti come progettista di palazzi su commissioni private, come ingegnere del Genio Civile e poi ingegnere capo del Comune di Ravenna, così come idrostatico, studioso di agronomia e biografo.
Tante e in molteplici campi furono le competenze di Romolo Conti su cui poco è stato scritto.
La mostra ha come obiettivo non solo dare un saggio delle competenze dell’ingegnere faentino di nascita e ravennate d’adozione, ma anche proporre spunti di studio e ricerca su Conti e sulla Ravenna fra fine Ottocento e inizio Novecento.

Come sempre sono in mostra dei documenti dell’Archivio storico comunale assieme a quelli conservati nei fondi della Biblioteca Classense, in un intreccio da secoli inscindibile di percorsi di ricerca.