Biblioteca Classense – Sala Dantesca
Mercoledì 29 maggio – ore 17

Realizzato in occasione di Pluto, riscrittura della Commedia di Aristofane in scena al Teatro Alighieri alle 21,un incontro in Classense con Eloisa Gennaro, Maddalena Giovannelli, Alessandro Iannucci, Silvia Masi, Franco Masotti, Martina Treu.

Marco Martinelli, drammaturgo e regista delle Albe-Ravenna Teatro, da oltre trent’anni ha adottato Aristofane come antenato-totem, riscrivendo e dirigendo molte sue commedie. In passato, questa lunga e appassionata relazione ha dato vita a memorabili spettacoli tra cui All’inferno! Affresco da Aristofane (1996) e Pace! Esorcismo da Aristofane, prima tappa del progetto “Arrevuoto: Scampia-Napoli” (2006). Ora è la volta di Pluto. God of Gold, libera riscrittura di Martinelli dall’ultima commedia aristofanea conservata (388 a.C.) e compresa nel manoscritto 429 custodito nella biblioteca Classense (il cosiddetto “Aristofane Ravennate”, l’unico a tramandare tutta la produzione del commediografo ateniese).
Anche questa commedia, come le precedenti, si incentra su temi sociali che da sempre sono cari al regista e alla compagnia di Ravenna- il divario tra ricchi e poveri, il lavoro sottopagato, l’aspirazione a una società più giusta con un’equa redistribuzione dei beni e un equilibrato uso delle risorse- e si fanno sempre più attuali: per questo continuano ad ispirare riscritture in tutto il mondo (ci piace ricordare quella senegalese di Mandiaye N’Diaye, Il gioco della ricchezza e della povertà, 2008) ma anche molti spettacoli della non-scuola delle Albe fino ad oggi. Da ultimo il Pluto, prodotto da Ravenna Festival e dal Parco Archeologico di Pompei, che va in scena a Ravenna dopo il debutto al teatro grande di Pompei (25-26 maggio) e verrà ripreso al teatro Olimpico di Vicenza (11 ottobre), come terzo capitolo del più ampio progetto aristofaneo mai prodotto in Italia, “Sogno di Volare”, dopo Uccelli (2022) e Acarnesi. Stop the War (2023).